pensieri sensazioni

L’imbecillità non ha mai fine

Il 13% degli italiani fra i 15 e i 34 anni fa abitualmente uso di droga. Il ato emerge dalla “Relazione annuale sullo stato delle tossicodipendenze in Italia” realizzata dal dipartimento nazionale per le politiche antidroga e che sarà consegnata a giorni al parlamento. Dalla lunga relazione emerge un quadro, come lo ha definito il capo del dipartimento Nicola Carlesi, “particolarmente preoccupante”, soprattutto per i giovani. In particolar, la percentuale scende al 7,3% della popolazione fra i 15 e i 54 anni, ma sale al 17% nella fascia d’età fra i 15 e i 24 anni. Le sostanze più diffuse tra i 15 e i 34 aqnni sono hascisc e marijuana. Mentre, uno studente su tre tra i 15 e i 19 anni fa uso di almeno una sostanza stupefacente. Perlopiù hascisc o marijuana (27,5%) ma c’è un numero di ragazzi e ragazze che si è iniettato eroina (1,1%) e ben il 4,5% che fa uso di cocaina. Il consumo dell’ecstasy è al 2,6% e quello di Lsd al 2,3% metre il 3,7% prende abitualmente sedativi e ipnotici.
———————————-

Ma quando finirà l’imbecillità al mondo? Purtroppo penso mai.