stranezze

Quella donna è una bomba

BOGOTA

In Colombia una visita in un carcere si è trasformata ieri in una tragedia. Nella prigione di “Villahermosa” di Cali sono infatti morti tre detenuti e altri 15 sono rimasti feriti per l’esplosione accidentale di un bomba a mano introdotta nella casa di pena da una donna che l’avrebbe nascosta nella propria vagina. Stando ai dati forniti dal vicedirettore del centro penitenziario, Laureano Quintero, l’ordigno sarebbe esploso mentre detenuti del Padiglione n° 2 per lo più guerriglieri, stavano manipolando la bomba.

Questa ricostruzione dei fatti è anche quella che è stata comunicata alla stampa locale. Infatti in un primo momento era circolata la voce di una rivolta nel carcere, organizzata per facilitare una fuga ma la notizia era stata immediatamente smentita dalle autorità carcerarie. Il centro di “Villahermosa” ospita attualmente 3.200 detenuti mentre è stato concepito per accoglierne solo 950.