stranezze

Non si può nemmeno palpare in pace.

Denuncia presentata dalla vittima.
Ha chiesto un risarcimento danni di 35 mila euro una ragazza, all’epoca dei fatti 14enne, che mentre lavorava come cameriera all’interno di un bar di Pontecorvo, cittadina del cassinate, venne molestata da un cliente. La giovane donna venne palpeggiata con insistenza nonostante fosse al di là del banco. La cameriera chiese l’intervento dei carabinieri e poi sporse denuncia.
I fatti risalgono al giugno del 2000. L’autore della molestia è un impiegato pubblico di 47 anni; comparso davanti al giudice per le indagini premilimari, si è difeso parlando di un clamoroso equivoco ma la sua tesi è stata smentita dalla ragazza che invece sostiene di essere stata pesantemente molestata e per questo ha chiesto il risarcimento di 35 mila euro.