Tragedie moderne

Non c’è tragedia più grande di un sacchetto di plastica della spesa che, mentre stai tornando a casa, si rompe per strada o sul marciapiede.

Se vai via, ti fregano la roba.
Le mani e le tasche hanno capienza limitata.
Se resti che fai, stai lì a vita?
Mangi fino a che non puoi portare a mano la roba?

Questa è una vera tragedia, altro che tsunami.

5 pensieri su “Tragedie moderne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *