Disgusto montante

Sei minorenni del Catanese sono accusati di aver compiuto rapine per comprarsi abiti firmati, profumi, motorini e pagarsi la pizza. Due dei ragazzi, tutti tra 15 e i 17 anni, sono stati arrestati in flagranza e gli altri fermati. Secondo i carabinieri, farebbero tutti parte della baby gang che, armati di taglierini o pistole giocattolo, avrebbe compiuto assalti in paesini pedemontani dell’Etna terrorizzando le vittime. Le famiglie erano all’oscuro dell’attivita’ dei loro ragazzi.

Questa società è davvero uno schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *