:|

Quando ho scelto di studiare lingue non avrei mai pensato di dover studiare l’esegesi delle forme liriche e poetiche spagnole dai nomi assurdi.

"zejel, jarchas, muwaschaha"

Ci ho messo 20 minuti solo per imparare sti nomi.

Ora una domanda sorge spontanea: ma le prossime 1000 pagine saranno tutte così?

4 pensieri su “:|

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *