cattiverie

Simmenthal

Fantasticamente educativa la pubblicità della Simmenthal.
A fare l’audizione delle aspiranti baby sitter non ci sono i genitori ma i bambini di cui una di 5 anni circa e uno di 3-4.
Già da qui si capisce l’intelligenza media della famiglia, di cui gli elementi di spicco devono proprio essere i bambini suddetti dato che i genitori li guardano compiaciuti dalla porta con sguardo  vitreo.

Ad ogni modo, i bambni che fanno? Scartano la bambinaia che cucinerebbe loro timballo di melanzane (difficile da fare, buono, naturale) e invece scelgono la bambinaia che fa loro la Simmenthal.
Notare che per "fare la Simmenthal" si intende un complicato processo che consiste in una serie di operazioni di alta cucina:
1. Prendere la scatoletta di Simmenthal
2. Prendere un piatto.
3. Aprire la scatoletta di Simmenthal
4. Cercare di far uscire quella cosa gelatinosa e vscida dalla scatoletta facendola atterrare sul piatto.
5.Aggiungere posate a scelta o porgerlo così com’è ai bambini affinche si cibino come la natura li ha creati, tipo maiali in un truogolo.

E i genitori ovviamente assentono sorridenti ed assumeranno proprio quella lì.

Evviva la civiltà moderna e gli effetti psicotropi che le sostanze nocive nella Simmethal inducono nei nostri cerebri deformati dalla stupidità congenita.