Le guerre dei bit e dei bytes

una vicenda divertente mi sta intrattenendo.

La storia:
Su Youtube compare VideoCompiler, un utente che fa decine di video dove non c’è video, ma solo suono.
Perchè?
Perchè ha deciso di fare il rompiscatole di professione: prende di mira dei server Ventrilo.
Ventrilo è un software tipo Teamspeak dove la gente può fare chat vocale in tempo reale.
Beh questo tizio ha un unico scopo: dare fastidio ai nerd che usano questi server per giocare assieme, quelli che da Ventrilo non si staccano quasi mai ("I’m pretty much on vent 24 hours a day"), grazie ad una creazione di internet, la soundboard.
Come?

1. spammando fino a condurre le persone all’esaurimento
2. oppure facendo fare loro salti sulla sedia perchè mette il volume di uscita al massimo e riproduce un suono spaccaorecchie
3. oppure sostenendo intere conversazioni grazie ai riflessi ed alla quantità di suoni della soundboard

In ogni caso un pirla.
Il suo account viene sospeso senza spiegazioni, si pensa sia qualcuno di quelli che ha preso per il sedere.
Crea un nuovo account (VideoCompilerReturns).
Nel frattempo un altro tizio crea un account VideoCompiIerReturns (ma con la I maiuscola anzichè la L) e chiede soldi spacciandosi per lui per tirare su qualche dollaro.
VideoCompiler lo scopre e lo denuncia con un nuovo video, il fake viene bannato.
Dopo qualche giorno viene sospeso anche VideoCompilerReturns.
Una vendetta degli admin di Youtube, che sono stati attenti?
No, si scopre che la responsabile è una certa ArleneGrimm.
Una paladina del buon gusto e delle regole?
No, una NEO-NAZISTA che usa la guerra contro VideoCompiler per farsi pubblicità.
Arriva il terzo account per videocompiler VideoCompilerLives con un nuovo video che dichiara guerra a ArleneGrimm per farle sospendere l’account.
Un’orda di sostenitori assale l’account di ArleneGrimm e lo segnala agli admin che la bannano per il contenuto neonazista dei suoi video.
Fra i sostenitori compaiono pure molti di quelli che erano stati presi in giro e che fanno pubblicità alla cvausa di VideoCompiler sui forum dei loro giochi preferiti.
Ora sembra che ArleneGrimm abbia un altro account. Le truppe sono pronte, una guerra è in corso.
Io non amo nessuno dei due, di certo ma preferisco un bastardo fancazzista ad una razzista nazista.

E allora..

Adoro Internet, così illogicamente logico.

11 pensieri su “Le guerre dei bit e dei bytes

  1. Non so come…ma nonostante l’ora e le 18 ore di veglia sono riuscita a capire. quasi tutto…il che è difficile per me…pazzesco…

  2. guarda che non è che se è vacanza per te allora TUTTA la gente (chi lavora e chi studia) è in vacanza..mica abbiamo più 17 anni che ogni anno ci sono due mesi di vacanza per tutti 😉

  3. yeah! tengo alto il valore di noi poveri sfigati che dobbiamo ancora fare “qualcosina” prima di andare in vacanza..eheh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *