cattiverie vita

Mi vergogno sempre più di vivere in questo posto.

Ieri tutti i telegiornali hanno trasmesso le immagini in diretta dalla caserma di Vigevano per l’omicidio di Garlasco.
Duecentocinquata-trecento persone si affollavano dietro ai cronisti per cercare il profilo e l’inquadratura migliore.
Per sbracciarsi e salutare.
Per sghignazzare come degli idioti chiamando col cellulare tutto il parentado per dire "Guardami, sono in televisione".
Sono quelle stesse persone che all’uscita di Alberto Stasi hanno urlato "Assassino" "Bastardo" condannando una persona non ancora condannata dalla legge.
Da ieri sera ho un motivo in più per vergognarmi della mia città.
Dove le persone vanno a cercare fama alla spalle di una ragazza morta e di due famiglie rovinate per sempre. Ma qualcosa di utile da fare per la comunità no eh?
No.
Facciamo pure i fighi.
Finalmente hanno ucciso una persona anche dalle nostre parti così i riflettori si sono accesi anche su di noi.
Possiamo finalmente togliere la scena a Cogne ed Erba.
Stasi avrà anche ucciso la sua ragazza, ma non è che quelli che ora lo accusano siano poi sti grandi campioni di umanità.