cattiverie commenti opinioni pensieri sensazioni riflessioni vita

Fine.

Evviva evviva è Natale. Evviva evviva è Capodanno.
Bummm fiiiii frizzi e lazzi.
Sorrisi e panettoni.
Io penso alla deforestazione globale che ha raggiunto livelli irreversibili.
Dolciumi e zuccherini.
Io penso al buco dell’ozono.
Strenne e lucine.
Io penso ai ghiacci artici che si sciolgono.
Doni sotto l’albero.
Io penso al nucleare dell’Iran.
Vacanze sugli sci.
Io penso alle economie minacciose di paesi ostili come la Cina.
L’ubriacatura di Capodanno.
Io penso ai poteri anti-democratici che fioriscono in tutto il mondo: Cina, Russia,Venezuela, Corea del Nord..
Le vetrine illuminate fino a tardi.
Io penso alla repressione del Tibet e della setta Falung Gong
I conti alla rovescia pronti a partire dal 10.
Io penso ad un nuovo anno pieno di attentati e terrorismo estremista di matrice fondamentalista islamica in terra europea.
I tappi di champagne pronti a esplodere.
Io penso a Cuba come membro dell’Alta Commissione Europea per i Diritti Umani.
Le serate in discoteca da 120 euro.
Io penso alle ragazzine che credono che le priorità della vita siano il cellulare e gli occhiali a specchio, e che tali resteranno nel corso della loro esistenza.
Voi cosa avete chiesto per Natale? Vi consiglio il nuovo IPhone o una nuova videocamera, costano poco ultimamente, correte prima che finiscano!
Io da parte mia chiedo una sola cosa all’anno che viene: di uscirne psichicamente e fisicamente vivo.

…e Buone Feste a Tutti.