riflessioni vita

Assistenza telefonica faccia a faccia

Sono andata in banca dal bancario di fiducia di mia mamma per aprire il mio primo conto corrente. E fin qui tutto a posto.
Il caso vuole che la compagnia bancaria presso la quale i miei genitori hanno un conto corrente da decenni, sia la stessa banca alla quale è legato il gruppo assicurativo per il quale io faccio assistenza telefonica da qualche mese. A questo call center si rivolgono principalmente i bancari che, (dicono loro) avendo già i loro problemi con conto correnti, bonifici, estratti conto e compagnia bella, si sono rifiutati categoricamente di imparare pure tutte le regole che riguardano le assicurazioni. Quindi chiamano noi. Per farsi guidare fino al minimo particolare (del tipo "ok, sei in quella schermata. Vedi il bottoncino sotto con scritto "avanti"? Bene, cliccalo) nell’emissione di polizze, preventivi, sostituzioni e chi più ne ha più ne metta.

Dopo aver messo le varie firme per aprire il conto, mia mamma chiede al bancario anche un preventivo per fare un”asscurazione auto sia per lei che per mio padre, visto che l’assicurazione dove stanno adesso sta creando solo casini su casini. Lui guarda i vecchi documenti e dice

"Vedo che suo marito è in una classe di merito peggiore della sua. Ora, con la nuova Legge Bersani (bla bla bla)" e si spertica in lodi sulla suddetta legge mostrando a noi la sua conoscenza perfetta sul mondo assicurativo.
Mentre ascolto sono colta da quella che, nonostante lavori solo da due mesi in quella compagnia, viene chiamata "deformazione professionale". Nella mia testa suona il campanello "ATTENZIONE. Il bancario sta dicendo stronzate. Intervieni e correggilo subito prima che si faccia prendere dalla sua boria e dica cazzate ai clienti".
Ripasso mentalmente lo schemino che ormai so a memoria:
La Legge Bersani si può applicare SE e solo SE
a) i due veicoli appartengano allo stesso settore (e qui ci siamo: da auto a auto. Ok, bravo bancario)
b) appartengano allo stesso nucleo famigliare o siano intestate allo stesso proprietario (e fino a prova contraria, mamma e papà sono nello stesso nucleo famigliare)
c) le due persone intestatarie siano entrambe persone fisiche (ok..)
d) il veicolo che si va ad assicurare sia una prima immatricolazione o una voltura, quindi mai stato assicurato a nome del proprietario che vuole usufruire della legge. (Umh..mio papà è assicurato con questo veicolo dal 2001. DLIN DLON).

Il mio lato di telefonista prende il sopravvento e dico:
"Scusi se la disturbo, non vorrei interromperla, ma io so che la legge bersani non si può applicare in questo caso perchè non è una macchina comprata nuova e non è una macchina comprata usata. Ma è un veicolo che mio papà ha già da 7 anni e per cui aveva già sottoscritto un’assicurazione".

E lì la tragedia.
Il bancario allarga le braccia, scuote la testa e mi guarda con un sorrisino da compatimento.

"Ma assolutamente no" -dice – "Anzi, abbiamo appena applicato il decreto Bersani dando la classe di merito migliore alla figlia dopo che la mamma le HA VENDUTO il veicolo precedentemente intestato a lei"

E li vorrei dire "E appunto, PIRLA, lì c’era il passaggio di proprietà." Cioè, si è pure risposto da solo e voleva avere ancora ragione.

Dopo di chè si è arrampicato sugli specchi dicendo "Eh..ma sai, non siamo un’agenzia piccola, oggi chiamo io la sede principale, NON il call center (sempre con aria di disgusto) e vedrai che loro chiudono un occhio".

Rido soddisfatta perchè so già che la direzione non chiude neanche mezzo occhio su queste cose.
E pregusto il momento in cui ce lo comunicherà e io allargherò le braccia, scuoterò la testa e lo guarderò con sorrisino da compatimento. Pensando che la cosa più importante che ci hanno insegnato al corso di formazione è stata "Non sarà facile, perchè alcuni bancari piuttosto che dimostrare di non saperne niente faranno delle figure di merda colossali perchè alcuni di loro (e sottolineo: solo alcuni di loro, a scanso di equivoci) non capiscono proprio un cazzo. E vogliono pure passare per quelli che si occupano di assicurazioni da una vita".