pensieri sensazioni riflessioni vita

Hallelujah

…ovvero quando si sceglie il pentagramma perfetto senza neanche accorgersene…

Accettare di essere incapaci. La cosa più facile e difficile di tutte.
That’s what it’s all about..

Questo è tutto ciò che c’è da capire a proposito: Probabilmente non sarai capace di farti strada verso la soluzione. In questo enorme casino non c’è soluzione. L’unico momento in cui puoi vivere un attimo di conforto in mezzo a questi inconciliabili conflitti, è quando li accetti, li abbracci e li fai tuoi, e dici: "Guarda, non capisco un ****o di nulla di tutto questo – Hallelujah!"

E’ una parola antica, deriva dall’ebraico e significa "Lode al Signore!". Con Lui ci parlo poco, ma ci conosciamo bene, abbiamo un patto segreto.
E proprio per questa conoscenza…

Hallelujah per quello che ho avuto dalla vita.
Hallelujah per quel poco che ho donato.
Hallelujah per quell’immensità che ho ricevuto dagli altri.
Hallelujah per le mie sofferenze.
Hallelujah per quello che di buono discenderà da me.
Hallelujah per la mia vita disastrata.
Hallelujah perchè il mondo ha bisogno anche di quelli che potrebbero sempre ma… non ne fanno mai una giusta.
Hallelujah per quello che è stato finora. Qualunque cosa.
Hallelujah per qualunque cosa sarà.
Hallelujah per la mia totale e definitiva incapacità ed inconcludenza.
Hallelujah per poter donare a tutti la felicità e non la tristezza. Ma questa è una speranza.
Hallelujah perchè sotto questo cielo sono in mezzo ad un turbine di pensieri, lacerato dai dubbi, dalla coscienza, dai sentimenti, da ciò che penso, da ciò che temo e da ciò che sarebbe meglio..ma sono vivo.
E chiedo perdono per ciò che ho fatto e che farò di sbagliato. Perchè sicuramente lo farò ancora. Non posso farne a meno a quanto pare, posso solo sperare che Dio e gli uomini mi condonino anche questo quando tireremo i conti.
Qualunque strada prenderò, vittoria o rovina, giusto o sbagliato, riprenderò sempre a lavorare con strumenti logori e mani stanche. E cercherò di fare il meglio che la mia misera mediocrità mi permetterà di fare.
Sono un uomo, sono io.
E questa è la mia vita. E la devo accettare, non come la vorrei ma proprio come è.
Hallelujah.