cattiverie pensieri sensazioni vita

La gente sui binari

Sono tornato a casa. Sono ripartito. Il treno va verso un anno ignoto e verso una vita ignota. Le cose che vorrei fare sono come al solito lontane e forse irraggiungibili, ma io vado.
E per un treno che va il paradosso è prendere il treno della metropolitana.
La gente che mi ha fatto compagnia da sempre: damine puzzolenti, gente che nel silenzio generale mette il telefonino con la musica disco a palla, rasta impenitenti, pseudo-simil-wannabe-rapper che di rapper hanno solo il cappuccio calato fino alla bocca e tanti altri. La colonna sonora del quotidiano. Ora come ora danno quasi un senso di familiarità.