cattiverie

Cioe’

La settimana scorsa ero in treno, la ragazza dietro il mio schienale parlava con l’amica davanti a lei. Avrà detto "cioè" 12 volte nel giro di 5 minuti. Ho cominciato ad innervosirmi e per evitare di spaccarle la faccia ho cercato – con successo perfortuna – di immergermi nella lettura di Aldous Huxley.