pensieri sensazioni varie altro vita

Se mi lasci non vale

Non sono un grande fan dei "questuanti da metropolitana", a prescindere dalla loro categoria: sciancati, zingari, violinisti, suonatori di fisarmonica, chitarristi e cantanti… Ieri sera mi è capitato proprio un aderente all'ultima categoria, un aderente tecnologicamente all'avanguardia per di più, visto che era equipaggiato con lettore mp3 collegato ad amplificatore e casse (il tutto infilato in una borsa o zaino) e microfono…

Con quell'equipaggiamento ha provato con imperfetto successo a coinvolgere i passeggeri perché cantassero come "seconda voce" sul ritornello di "Se mi lasci non vale" di Julio Iglesias… Chissà, forse si credeva un animatore di un villaggio turistico, ma ad ogni pausa incitiava i presenti a cantare: "Forza! Tutti insieme! Dai, almeno una volta!". Alla fine, abbattutto dalla scarsa partecipazione, si è lasciato andare ad un: "Dai c***o! Almeno un applauso me lo sono meritato!".

Beh, a parte la poca finezza del commento è riuscito a strappare qualche risata all'orda dei passeggeri, me compreso, e si è guadagnato se non altro il suo applauso. E così, anche se continuo a non essere un fan dei questuanti da metropolitana, almeno uno che sia riuscito a farmi sorridere dopo un'altra giornataccia di lavoro l'ho trovato.