In sè è una buona notizia, anzi ottima. MA indirettamente si conferma la deriva free to play (with paid content) delle grandi aziende. A differenza di altre, però, Blizzard da contenuto di qualità e non disprezzo l’effetto non indifferente di riavvicinamento al genere RTS con questa mossa.

Vedi altro