Dopo i grattacapi di cui vi ho già raccontato nelle puntate precedenti e che successivamente sono stati risolti, eccoci qui di nuovo a parlare di grane.

Poco dopo il rimontaggio della nuova scheda video che ha sostituito la mia vecchia e gloriosa NVIDIA 980 TI, il computer ha cominciato a dare segni di instabilità di nuovo, portandomi seriamente a considerare l’ipotesi di un esorcismo per eliminare i grattacapi una volta per tutte.

Stavolta il problema era un errore della motherboard , il 9C, che compariva più o meno alternativamente nella sequenza dei reboot.
Esatto, avete capito bene. Non era fisso, era randomico con una frequenza del 50% circa.

In mio aiuto però vi era il codice dell’errore che indicava un malfunzionamento della procedura di riconoscimento di un device USB.
In questo non ero di certo molto fortunato visto che ho una vasta scelta di dispositivi collegati tramite USB al computer.

Non rimaneva altro che procedere a rimuovere un dispositivo alla volta e tentare il riavvio, a partire dagli apparecchi meno importanti fino ad arrivare ai fondamentali.
Inizio perciò la routine, con la felicità che voi potete ampiamente prevedere.
Ad un certo punto ad intervenire a gamba tesa in questa routine è una novità: per due o tre volte, sempre con comportaento erratico, oltre al codice di errore 9C l’avvio si blocca con un altro codice di errore: 99.
Questo codice indica un malfunzionamento di un dispositivo di input, e cioè mouse o tastiera.

Siamo finalmente sulla buona strada!
Lascio perdere tutto il resto e tolgo la presa USB collegata alla tastiera.
Bingo!
Provo per 3 volte il riavvio ed in effetti sembra non avere problemi di avvio se non per la prevedibile scritta di errore che segnala “Keyboard not present“.
Ri-inserisco la tastiera ed il codice di errore 9C si ripresenta.
Non serve altro, stacco la mia vecchia tastiera e dichiaro terminata la diagnosi.
Per essere molto onesto sono un pò triste di abbandonare la vecchia fidata Cooler Master Mech, compagna di avventure coetanea dell’assemblaggio del pc.

tastiera cooler master mech

Ma è necessario, la situazione risulterebbe altrimenti insostenibile.
Me ne convinco ed inizio la ricerca di un modello adatto alle mie necessità.
Sono anche fortunato perchè, avendo scelto il modello, trovo che è pure scontata su Amazon di una cifra non indifferente.
La ordino e dopo solo un giorno eccola arrivata!
E’ la mia seconda meccanica in assoluto.

Stavolta ho provato a cambiare un pò tutto:

  • E’ una Logitech e non una Cooler Master
  • Ha gli switch di tipo Romer G e non Cherry MX
  • E di tipo Tactile (classificazione Romer G) e non Clicky (Cherry MX Blue)
  • E’ backlit RGB e non monocromatica
  • Ha la configurazione tasti US e non IT

Insomma, è una Logitech G910 Orion Spectrum.

tastiera orion spectrum

Tutto felice la collego e tutto funziona alla grande. Sono al settimo cielo.

Per circa sei o sette riavvii.

Poi, incredibilmente, il tremendo errore 9C si ripresenta.
Il mio stato di prostrazione è indescrivibile.
Pensando possa essere un problema della porta USB e non della tastiera appena comprata, provo a cambiare porta USB. Stesso risultato.
Non riuscendo a credere ai miei occhi mi accingo a rifare l’estenuante test fatt all’inizio: staccare progressivamente ogni spinotto USB uno alla volta e poi riavviando il computer.

Mentre lo sto per fare, percependo comunque un senso di inutlità nel ripetere una verifica già fatta allo stesso identico modo, finalmente la soluzione si presenta chiaramente ai miei occhi:

L’unico spinotto che non avevo mai rimosso era quello del mouse.

E anche il mouse è un dispositivo di input.

Tutto ha senso: l’errore non si è presentato alla rimozione della tastiera perchè la sequenza di boot affronta prima proprio la tastiera, quindi il boot corretto fino all’indicazione “Keyboard not present” è gustificato.
Se l’errore 9C si presenta, si presenta dopo. Io vedevo solo la prima parte della sequenza.

Cambio di posto lo spinotto USB del mouse.

L’errore 9C all’avvio non si è più ripresentato.

Devo ancora verificare che sia così, ma ho buone ragioni per pensare che la mia CoolerMaster, a parte il tasto W ed il tatso D che non fanno più “click” come un tempo, non abbia altri problemi.

Questa è la storia di un problema risolto, e di una sconfitta.

Quante cose accadono in quarantena.

Joliet Jake